Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

venerdì 1 novembre 2013

1 Novembre 2013 - Valcava, Valsassina e Svizzera





Avendo goduto del turno libero nel giorno dei Santi e, con previsioni meteorologiche abbastanza favorevoli propendiamo per un ultimo giro stagionale: il quasi sicuro canto del cigno del 2013.
Il tradizionale tragitto che annualmente toccava Valcava non era ancora stato effettuato per cui non volendo rompere questa consuetudine e per il fatto anche della non elevata altezza del passo, ci avviamo in statale, passando per Trezzo d'Adda, Presezzo, Almenno San Bartolomeo infine si sale su per Roncola all'imbocco della Valle Imagna.




Proseguiamo rimanendo in costa fino al bivio di Costa Valle Imagna,


quindi risaliamo ulteriormente verso il valico di Valcava.





I colori autunnali offrono scenari davvero particolari.
Piccola sosta al chiosco per un caffè e giù per la ripida discesa verso Calolziocorte; 




incrociamo uno dei vecchi piloni della funivia Torre de' Busi - Valcava dismessa nel 1977:

(...
 tra le prime stazioni sciistiche della Lombardia e delle Alpi Centrali, attiva fino ai tardi anni settanta, servita da una storica funivia con partenza a Torre de' Busi, progettata dall'ing. Luis Zuegg e aperta nel 1928, dunque una delle prime in Italia: dell'impianto si conservano ad oggi la stazione di arrivo a Valcava e, in essa, una delle cabine. Fonte Wikipedia).

Arrivati in pianura, attraversiamo Lecco e saliamo attraverso la vecchia strada in Valsassina.






E' quasi ora di pranzo e scelgo di pranzare in un ristorante conosciuto durante le mie vacanze giovanili in Valsassina. Prenotiamo e poco dopo entriamo nell'abitato di Cortenova dove davanti alla chiesa c'è il ristorante Gnocchi: la proprietà è la stessa di 30 anni fa e ciò mi fa ovviamente piacere.




La nostra scelta cade su polenta taragna e cassoeula, e per finire un piatto di formaggi tipici: tutto ottimo!


Ripartiamo soddisfatti e ben sazi mentre il sole che ci aveva accompagnato è nascosto da minacciose nubi. Proseguiamo fino alla fine della valle per discendere fino a Bellano.




Raggiungiamo Colico per poterci spostare sul lato occidentale del lago. Passiamo l'Adda ed il fiume Mera,


e qui troviamo una lunga coda causata da una vicina festa di paese che superiamo non senza difficoltà ed a Menaggio deviamo in direzione di Porlezza.



Qualche chilometro ed un paio di gallerie ed eccoci al confine con la Svizzera.


Il valico di Gandria ci porta a Lugano mentre le prime ombre della sera cominciano a scendere.



La stanchezza comincia a farsi sentire ed a Chiasso, nei pressi della dogana, ci fermiamo per rifornire la moto e per muoverci un po'.


Ormai il buio la fa da padrone. A Como una lunga coda (causata purtroppo da un fatale incidente sulla Napoleona, vittima un motociclista) ci costringe a cambiare strada; passando attraverso la Strada statale 342 Briantea arriviamo a Calco e scendiamo per imboccare la Tangenziale Est di Milano.



-  Google Maps

- Tragitto: Km. 331

- Valichi:  Passo Valcava                     mt. 1.340 (BG-LC)   GPS
               Colle di Balisio                    mt.    728 (LC)   GPS

- Ristoro: Ristorante Gnocchi - Cortenova (LC)  GPS

Nessun commento:

Posta un commento