Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

martedì 25 giugno 2013

25 - 28 giugno 2013 Tra spiaggia e valichi appenninici - Km totali 1.033




25 giugno

Flavia è in vacanza a Misano Adriatico: all'ultimo momento decido di partire per trascorrere anche io qualche giorno di relax, tra colline e spiaggia.
La partenza è all'alba: ore 4,48 accendo la moto, giubbotto anti-acqua per coprirmi dalla temperatura non proprio estiva.
Traffico inesistente in autostrada, solo qualche camion ed in breve faccio la prima fermata per una rapida colazione e per un rabbocco all'area di servizio Arda Ovest, all'altezza di Fiorenzuola d'Arda.



Riparto e macinando chilometri ad una buona media, attorno alle 7.30 arrivo a Forlì dove esco dall'autostrada per il giro dell'entroterra programmato.
Imbocco la statale 67 Tosco-Romagnola lambendo Castrocaro Terme e Dovadola fino a Rocca S. Casciano dove volto verso Galeata per valicare il Passo Centoforche.




Si scende verso Strada San Zeno per poi risalire verso Galeata; a metà del tratto supero il Passo del Monte delle Forche,



ed arrivato a Galeata proseguo verso Santa Sofia.
Da qui il tratto verso Bagno di Romagna si rivela una strada veramente piacevole sia per la guida che per il paesaggio circostante; qui incontriamo l'ultimo valico di giornata: il Passo del Carnaio.



Si scende fino a Bagno di Romagna confluendo con la statale 71 Umbro-Casentinese- Romagnola che risalgo fino a Romagnano per voltare verso Novafeltria;



ormai sono quasi in prossimità dell'arrivo. Proseguo per Verucchio, devio costeggiando la Repubblica di San Marino, entro nella statale 72 verso Rimini ma a Ceresolo D'Auso volto a destra per dirigermi verso Coriano, come omaggio per il Sic.




Entrando in Misano, passo davanti al circuito,


quindi dopo qualche chilometro arrivo all'albergo per la fine del mio viaggio.
Il tempo di pranzare, mi cambio velocemente e malgrado il tempo non ottimale faccio una scappata in spiaggia.




Mappa 1° giorno


- Tragitto: Km. 439

- Valichi: Passo Centoforche:             mt.   551   GPS              
              Passo Monte delle Forche:   mt.   444   GPS
              Passo del Carnaio:              mt.   760   GPS

- Colazione: Autogrill Arda Ovest - Fiorenzuola (PC)  GPS
- Pernottamento: Hotel Baltic Misano Adriatico (RN)  GPS

______________________________________


26 giugno

In previsione per il secondo giorno ci sarebbe un giro che mi permetterebbe di toccare ben 4 regioni: Emilia-Romagna, Toscana, Umbria e Marche.
La mattina è contraddistinta dal maltempo con pioggia intensa ma la speranza è in un pomeriggio migliore.
Fortunatamente la pioggia smette di cadere e nel primo pomeriggio mi arrischio a partire ben equipaggiato contro eventuali rovesci di pioggia.
Ripassando davanti al circuito, prendo per Morciano in direzione Carpegna. Il traffico è inesistente e poco dopo l'abitato di Carpegna, giungo al primo passo di giornata: il Cantoniera.




Qualche sporadica goccia di pioggia bagna il casco quindi riprendo la strada (provinciale 84) verso Sestino. Il fondo è parecchio sconnesso a causa di frequenti smottamenti della strada e mi costringe a mantenere un livello di prudenza molto elevato. 
Attraverso il piccolo borgo di Petrella Massana che nei pressi di Sestino, alla fine dei ripidissimi tornanti (18%), risulta essere un valico.



Si risale nuovamente fino al valico di S. Cristoforo,



ed attraverso la Strada Provinciale Sestinese (anch'essa in cattivo stato) raggiungo finalmente la statale 258 Marecchiese nei pressi di Badia Tedalda.
Proseguendo raggiungo il valico di Viamaggio e discendendo verso Sansepolcro, il panorama offre la vista del lago di Montedoglio.


Arrivato a Sansepolcro entro in Umbria e poco dopo a San Giustino risalgo la statale 73bis per cominciare il rientro.
Entro nelle Marche attraverso il valico di Bocca Trabaria, 



proseguo fino ad Urbania deviando poi verso Acqualagna al termine del quale comincia la suggestiva Gola del Furlo, con tanto di passo:

Costeggiando la stretta gola ed il viadotto della nuova strada, si giunge a Colmazzo e proseguendo si raggiunge Urbino.
Purtroppo manca il tempo per poter fare anche una breve visita al borgo, pertanto proseguo in direzione Pesaro, quindi a Morciola taglio verso Montecchio per passare dal paese del nostro più famoso centauro: Tavullia.


Ridiscendo verso Gradara per imboccare la Statale Adriatica che mi riporta in breve a Misano Adriatico.

PS: Purtroppo per un'errata configurazione della macchina fotografica, alcune foto non  sono nitide.


Mappa del 2° giorno


- Tragitto: Km. 257

- Valichi:  Passo Cantoniera:             mt.  1.007   GPS
               Passo della Petrella:          mt.    943   GPS
               Valico di S. Cristoforo:      mt.    901   GPS
               Valico di Bocca Trabaria:   mt.    983   GPS
               Passo Furlo:                      mt.    828   GPS
          
- Pernottamento: Hotel Baltic Misano Adriatico (RN)  GPS

______________________________________


27 giugno

Giornata dedicata al riposo in spiaggia.



______________________________________


28 giugno

Parto di prima mattina, con l'incognita maltempo, dirigendomi verso Riccione per imboccare l'autostrada per il rientro definitivo a Milano. La giornata è molto fredda e l'anti-pioggia indossata per eventuali rovesci funge anche da anti-vento.
Fortunatamente brevissimi scrosci di pioggia non mi creano particolari problemi pur viaggiando ad una temperatura ben al di sotto della media.

Mappa del 4° giorno

Google Maps

- Tragitto: Km. 339

Nessun commento:

Posta un commento