Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

sabato 4 maggio 2013

04 maggio 2013 Alto Verbano e Canton Ticino





In occasione di una visita a mia mamma, ricoverata presso l'Eremo di Miazzina sopra Verbania, pianifico il primo giro della stagione 2013.
Il meteo è altalenante, qualcuno parla di bella giornata, altri di possibili scrosci di pioggia.
Partiamo da Milano con il sole e qualche rara nuvola: attraversiamo la città e ci portiamo sulla A8 dei Laghi; al bivio di Gallarate teniamo la sinistra per Gravellona Toce.
A Castelletto Ticino usciamo dall'autostrada per costeggiare il lato piemontese del Lago Maggiore. 




Ed ecco a Stresa le prime gocce di pioggia ...



Proseguiamo fino a Verbania Fondotoce per risalire verso la Valgrande.


A Bieno troviamo una sorta di valico, non riconosciuto come tale ma comunque meritevole di foto e menzione:



qualche chilometro ed a Santino, voltiamo a sinistra in direzione dell'Alpe Ompio e successivamente l'Alpe Ruspesso dove la strada termina per lasciare spazio a percorsi ercursionistici.





Scendiamo con le dovute cautele a causa del fondo umido e torniamo sulla provinciale. Alla rotonda per Cambiasca saliamo per raggiungere dopo circa 6 chilometri l'Eremo di Miazzina.
Usciti dall'Eremo, saliamo ulteriormente per raggiungere l'Alpe di Pala; anche qui caso la strada termina con uno sterrato chiuso al traffico.


Si scende nuovamente verso Intra per pranzare nel solito (e ottimo) ristorante che scegliamo quando siamo in zona.

Si riparte ben sazi e come sempre soddisfatti, riportandoci a monte dirigendoci verso Premeno: attraversiamo un paese dal nome abbastanza strano,


arriviamo alla stazione sciistica di Pian di Sole, superiamo l'Alpe Manegra,


fino ad arrivare a Piancavallo, noto per la presenza di un importante centro riabilitativo (Centro Auxologico Italiano) a circa 1250 metri d'altezza.




Il tempo, mai completamente bello fino ad ora, tende a guastarsi ulteriormente tanto che presso l'Alpe Colle siamo costretti a fermarci e a ripararci sotto una provvidenziale casupola,  a causa di uno scroscio abbastanza violento di acqua mista a piccola grandine.



Rimaniamo bloccati per una ventina di minuti, quindi non appena cala l'intensità della pioggia ci rimettiamo in sella, sempre con molta prudenza a causa del fondo bagnato e sporco; oltrepassiamo nell'ordine, l'Alpe Trunno,



il Passo Piazza,


l'Alpe Laman ed il Monte Carza.


Scendendo per i ripidi tornanti, arriviamo in vista di del lago e di Cannero Riviera, termine della discesa.



Arrivati sulla statale, risaliamo il lago fino ad incontrare il valico di confine con la Svizzera di Piaggio Valmara, 




dirigendoci verso Locarno; attraversiamo tutta la città per rientrare attraverso il Monte Ceneri ed il Canton Ticino.
Poco prima di Chiasso, una deviazione per lavori  ci porta leggermente fuori strada, e non senza qualche difficoltà, riusciamo a rientrare in Italia attraverso il valico di Chiasso per tornare a Milano per Como, la Statale dei Giovi quindi le tangenziali nord ed est di Milano.
Il primo giro stagionale si è rivelato molto interessante malgrado le bizze del tempo.



Google Maps

- Tragitto: Km. 333

- Valichi:  Alpe Ompio                 mt.   940 (VB)   GPS
               Alpe Ruspesso             mt.    950 (VB)   GPS
               Alpe Pala                    mt.    877 (VB)   GPS
               Alpe Manegra              mt.    883 (VB)   GPS
               Piancavallo                 mt. 1.243 (VB)   GPS
               Alpe Colle                   mt. 1.238 (VB)   GPS
               Alpe Trunno                mt. 1.050 (VB)   GPS
               Passo Piazza               mt. 1.048 (VB)   GPS
               Alpe Laman                mt.   ..... (VB)   GPS
               Monte Carza               mt. 1.116 (VB)   GPS
               Monte Ceneri      
      mt.    554 (CH)   GPS

- Ristoro: Ristorante Via Roma - Verbania Intra (VB)  GPS

Nessun commento:

Posta un commento