Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

domenica 23 settembre 2012

23 settembre 2012 - Manifestazione CIM allo Stelvio




Come sostenitore del CIM - Coordinamento Italiano Motociclisti, partecipo alla manifestazione di protesta contro la decisione del governatore altoatesino di voler istituire un pedaggio unificato per il transito sul lato della Val Venosta.


Coinvolgo gli amici di Mandello, Luigi e Beppe più Augusto, Flavia non ci sarà e parto di buon mattino per l'appuntamento al distributore di carburante posto dopo la rotonda di Mandello del Lario. Il primo ad arrivare è Beppe, successivamente Luigi.


Ripresa la strada, saliamo fino a Colico quindi imbocchiamo il primo tratto della statale 36 e svoltiamo quasi immediatamente verso Dubino per imboccare la meno trafficata strada statale 402 Valeriana. A Traona, presso il bar dove ci fermiamo per la colazione è fissato l'appuntamento  con Augusto.
Ripartiamo incrociando più volte la Statale 38 dello Stelvio fino a Sondrio per poi rimanerci definitivamente. Passato Tirano risaliamo ulteriormente per la Valtellina, fino a Grosotto  dove usciamo dalla nuova statale per una pausa.


Rimanendo sulla vecchia statale, arriviamo a Sondalo e da li ci rimettiamo nella nuova strada statale fino all'altezza di Valdisotto dove la nuova galleria Cepina Sant'Antonio di 8 km circa ci fa sbucare alle porte di Bormio.
Attraversiamo il paese e risaliamo verso la stretta e tortuosa salita per il passo dello Stelvio. Superati i primi tornanti ed entrati nell'alta valle del Braulio, ci fermiamo presso la vecchia casa cantoniera per qualche foto ed una sigaretta.



Mancano gli ultimi tornanti prima del valico; l'aria da frizzantina comincia ad essere freschina ed in breve eccoci in cima al passo. Posteggiamo i mezzi, individuiamo il gazebo del CIM, firmiamo la petizione, poi un po' di foto della nebbiosa Val Venosta ed infine a pranzo. 








Il frugale pranzo consistente in panini, hot dog e patatine viene in breve consumato; salutiamo gli amici del CIM  e ridiscendiamo per la stessa strada fino a Bormio e ripercorriamo esattamente lo stesso percorso fino ad oltre Tirano ed a Villa di Tirano risaliamo verso l'Aprica; cercavo un valico (Santa Cristina) che non ho trovato per cui ridiscendiamo a Tresenda dalla strada che arriva dall'Aprica.
Attraversiamo Tresenda e poco prima della fine del comune ... pattuglia della stradale.
Veniamo fermati ma subito gli agenti si dirigono verso di me chiedendomi i documenti: il telelaser mi ha beccato oltre il limite di velocità; sfiga vuole che ero il secondo del plotone e sono stato l'unico sanzionato con verbale (159 € + 3 punti della patente).
Riparto smoccolando con l'occhio sul tachimetro. A Dubino lascio la compagnia per rientrare a casa. La rabbia mi fa percorrere i tunnel della statale 36 sul lungolago, cosa che in condizioni normali non avrei mai fatto. Poi senza altri intoppi arrivo a casa.
Peccato per l'imprevisto, la giornata sarebbe stata bellissima.


- Google Maps

- Tragitto: Km. 454

- Valichi:  Passo dello Stelvio      mt.  2.758 (SO)   GPS

- Colazione: Bar Break - Traona (SO)  GPS
- Ristoro: Ristorante Albergo Genziana - Passo Stelvio - Bormio (SO)  GPS

Nessun commento:

Posta un commento