Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

venerdì 10 settembre 2010

10-11-12-13 settembre 2010 Romagna - Km. totali 1.037




10 settembre

Quattro giorni (in realtà due di solo trasferimento e due di soggiorno e giro) sulla costa romagnola con gita fino in Toscana.
Abbiamo organizzato perché abbiamo avuto in dono un cofanetto regalo con soggiorni gratuiti in tutta Italia e la nostra scelta è caduta su un hotel dell'entroterra riminese.
Il primo giorno è dedicato all'andata, tutta in autostrada, da casa a Viserbella dove arriviamo. dopo aver preso un breve  scroscio di pioggia e dove soggiorniamo in un caratteristico Bed & Breakfast in stile Felliniano.






Ci troviamo con Alberto e sua moglie, un mio amico da lungo tempo che si è trasferito li a vivere che ci porta al ristorante per un' ottima cena a base di pesce terminata la quale ci accomiatiamo da loro e ringraziandoli dell'ospitalità.

Mappa 1° giorno


- Tragitto: Km. 322

- Cena: Trattoria Barslon - Bellaria-Igea Marina (RN)   GPS
- Pernottamento: B&B La Volpina - Viserbella di Rimini (RN)   GPS

______________________________________


11 settembre

E' il giorno del grande giro che attraversa l'entroterra romagnolo, tocca la Toscana e rientra dal Passo del Muraglione.
Dalla Statale Adriatica imbocchiamo la Marecchiese che ci porta verso l'interno. Il paesaggio da piatto nella zona litoranea diventa armonioso con saliscendi e curve; passiamo brevemente da Pennabilli, 


si scende poi fino a Badia Tedalda quindi svoltiamo sulla provinciale dell'Alto Marecchia 


che ci porta verso, prima Caprile e poi Balze da dove ci inerpichiamo per raggiungere dopo pochi chilometri  la vetta del Monte Fumaiolo dalle cui pendici sorge il Tevere.





Purtroppo un'errata regolazione della fotocamera non ha dato i risultati voluti in alcune immagini...
Scendiamo in direzioni di Alfero ed al termine della discesa ci troviamo nella Valle del Savio a san Piero in Bagno. Più avanti a Bagno di Romagna ci fermiamo per una breve pausa.


Risaliamo verso il Passo dei Mandrioli ed una volta superato siamo in Toscana.


Scendiamo a Badia Prataglia: per andare a Camaldoli optiamo di passare (ovviamente) per il Passo Fangacci: l'unico dubbio è sul fondo stradale sterrato. Chiediamo informazioni e veniamo rassicurati dalle buone condizioni della strada per cui, decisi, partiamo. Le informazioni ricevute fortunatamente si rilevano corrette; lo sterrato all'interno di un bosco è  percorribile in tutta sicurezza anche con una sport-turismo come la nostra.



Scendendo verso l'Eremo di Camaldoli troviamo nuovamente l'asfalto (anche se non nelle migliori condizioni).





Siamo attorno all'ora di pranzo e nelle vicinanze ci fermiamo il Ristorante Camaldoli: la zona è notoriamente ricca di funghi porcini pertanto li gustiamo sia fritti che trifolati. Deliziosi!



Si riparte e si scende verso Stia, dove incrociamo la Strada Statale 310 del Bidente che ci riporterebbe in Romagna:


saliamo fino al Passo della Calla che fa da confine tra Toscana ed Emilia-Romagna per le foto di rito in compagnia di qualche goccia di pioggia. 


Ritorniamo sui nostri passi fino a Stia e ci indirizziamo verso la Strada Statale 70 della Consuma che ci porta sul passo omonimo.


Proseguiamo e nel comune di Diacceto deviamo verso Rufina sulla Strada statale 67 Tosco-Romagnola per prendere la via del rientro. Dopo San Godenzo la strada si fa più contorta , con qualche tornante comunque abbastanza largo, fino al caratteristico Passo del Muraglione, l'ultimo valico della giornata.




Fotografato il passo da più visuali, ridiscendiamo verso il confine con la Romagna che troviamo prima dell'abitato di San Benedetto in Alpe, proseguiamo fino a Dovadola; voltiamo verso Predappio e da li verso Meldola passando per la Rocca delle Caminate.




Passando per Fratta Terme, arriviamo in Via Emilia nei pressi di Forlimpopoli e poco prima di Cesena, attraverso la E45 Orte-Ravenna, entriamo in autostrada al casello di Cesena Nord; pochi veloci chilometri ed usciamo a Rimini Nord per rientrare, abbastanza provati al nostro B&B.



In serata ci rivediamo con Alberto & Scilla presso la loro abitazione per una pizzata con sgarbozzo (specie di focaccia farcita di prosciutto crudo, squacquarone) in compagnia.
Poi a riposare, soddisfatti dal bellissimo giro.

Mappa del 2° giorno


- Tragitto: Km. 360

- Valichi:  Valico Monte Fumaiolo                     mt.  1.348  (FC)          GPS
               Passo dei Mandrioli                          mt.  1.173  (FC - AR)   GPS
               Passo Fangacci (Sterrato)                   mt.  1.228  (AR)          GPS
               Passo della Calla                                    mt.  1.296  (AR - FC)   GPS
               Passo della Consuma                              mt.  1.050  (AR)          GPS
               Passo del Muraglione                             mt.     907   (FI)          GPS

- Ristoro: Albergo Ristorante Camaldoli - Camaldoli (AR)   GPS
- Pernottamento: B&B La Volpina - Viserbella di Rimini (RN)   GPS

______________________________________

12 settembre

Trasferimento dal B&B all'hotel Oste del Castello di Verucchio: prevediamo di lasciare armi e bagagli presso l'albergo per poi fare un breve giro nell'entroterra pesarese.
Lasciamo Viserbella per portarci verso l'interno percorrendo la Marecchiese; una ventina di chilometri e dopo Villa Verucchio svoltiamo a sinistra verso Verucchio.






Arrivati in cima alla collina, alle porte della città, troviamo con nostra sorpresa la strada chiusa al traffico per la Fiera di Santa Croce. Chiamiamo l'albergo per chiedere informazioni: veniamo guidati su alcune stradine che ci conducono ad un parcheggio proprio dietro l'albergo. Da una porticina, entriamo nelle mura ed in ascensore risaliamo fino alla reception.
Gentilmente ci fanno lasciare i bagagli nella camera a noi assegnata.
Li, prendiamo la decisione di terminare la giornata tra le bancarelle del borgo e visitando la rocca, sede del Museo Archeologico, lasciando la moto a riposo.















Al calar del sole rientriamo in albergo giusto per immortalare un paio di panorami al tramonto.




In serata ceniamo Al Mastin Vecchio, il ristorante dell'hotel, e successivamente usciamo per un breve giri a piedi e per assistere allo spettacolo pirotecnico,


terminato il quale ci ritiriamo per la notte.
Domani si torna a casa.

Mappa 3° giorno


- Tragitto: Km. 23

- Cena: Al Mastin Vecchio - Verucchio (RN)   GPS
- Pernottamento: Hotel Oste del Castello - Verucchio (RN)   GPS

______________________________________

13 settembre

Si rientra a casa, da Rimini Nord tragitto tutto in autostrada, con temporale a Modena, fortunatamente di breve durata.

Mappa 4° giorno


- Tragitto: Km. 332 

______________________________________

Weekend lungo fantastico, posti splendidi, molti valichi, un'ospitalità eccellente in entrambe le location dove ci siamo fermati per la notte, cibo e servizio sempre super.

Nessun commento:

Posta un commento