Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

sabato 11 luglio 2009

11-12 luglio 2009 Tra Engadina, Grigioni e Livigno - Km. totali 545




11 luglio

Weekend per  festeggiare i 1000 giorni online del portale di un nostro amico (il quale non è venuto per un malessere dell'ultimo minuto).
L'appuntamento con gli altri è al bar sulla rotatoria di Chiavenna che divide le strade per lo Spluga e per il Maloja.
Purtroppo mi succede un piccolo intoppo poco dopo Mandello del Lario: un insetto mi entra nel giubbotto e mi punge sul braccio sinistro; in breve si forma una grossa bozza e l'urgenza è acquistare una pomata. Fortunatamente a Lierna trovo la farmacia aperta, presso la quale acquisto il medicamento.
Arriviamo a Chiavenna e scusandoci per il ritardo involontario, facciamo colazione.



Riprendiamo le nostre moto e saliamo con l'accordo di trovarci ai punti nevralgici (valichi, bivi etc.) a causa delle differenze di stili di guida e di tipologia di moto; io sono la lumaca del gruppo avendo una moto non molto performante rispetto alle loro e viaggiando oltre tutto in due.
Superata la frontiera di Villa di Chiavenna, il primo valico che incontriamo è il Maloja.



Fatte le foto di rito, proseguiamo fino a Silvaplana da dove parte la salita per il Julierpass.
Si nota il mio cerotto a protezione del braccio offeso.



Una breve pausa e poco dopo sulla discesa troviamo un incidente, penso abbastanza grave, tra una moto ed un'auto; essendo già stati chiamati i soccorsi, proseguiamo senza fermarci.
La discesa ci porta a Tiefencastel da dove immediatamente ci dirigiamo verso il terzo passo della giornata, l'Albulapass; il tempo, già non eccezionale, si guasta ulteriormente ed in prossimità del passo comincia a scendere un fastidioso nevischio.


Fa parecchio freddo e su consiglio del gestore del bar del passo ci rimettiamo subito in marcia; per nostra fortuna il maltempo è di brevissima durata e non crea particolari problemi per cui in breve siamo nuovamente nella valle dell'Inn. Ci dirigiamo verso Samedan per superare il Bernina. La strada è bellissima, molto larga, ben tenuta, davvero un piacere percorrerla. Molto particolare il percorso del Bernina Express, "il Trenino Rosso" che si interseca in più parti con la strada.



Superato il Bernina ridiscendiamo verso la Valtellina e dopo pochi chilometri, alla nostra sinistra, la dogana svizzera di La Motta sul breve tratto che ci riporta in Italia attraverso la Forcola di Livigno.


la Val di Livigno, Il lungo pianoro che segue la Forcola, viene percorsa velocemente mentre il sole ricomincia a farsi vedere in maniera sempre più netta.
Il resto del gruppo è già arrivato pertanto prendiamo accordi sul punto di fermata e poco dopo siamo anche noi con le gambe sotto il tavolo.


Dopo esserci rifocillati, vista l'ora, si decide di fermarci per una passeggiata nel centro di Livigno.


Riprendiamo la marcia per gli ultimi chilometri che ci separano dal B&B da noi prenotato a Trepalle, superiamo il Passo Eira e dopo aver superato l'abitato, eccoci arrivati.



Posteggiamo i mezzi, ci accomodiamo nelle camere a noi assegnate,  doccia, relax  ed appuntamento  per la cena, in un ristorante consigliato da un collega di Flo.
Il consiglio è servito. Abbiamo cenato molto bene! Rientrati nel B&B fissiamo il ritrovo la mattina successiva di buon'ora per il ritorno.

Mappa 1° giorno


- Tragitto: Km. 306

- Valichi:  Passo Maloja                     mt.  1.815  (CH)          GPS
               Passo Julier                      mt.  2.284  (CH)          GPS
               Passo Albula                      mt   2.315  (CH)          GPS
               Passo Bernina                        mt.  2.330  (CH)          GPS
               Forcola di Livigno             mt.  2.315  (CH - SO)   GPS
               Passo Eira                              mt.  2.208  (SO)           GPS

- Colazione: Bar Povero Diavolo - Chiavenna (SO)   GPS  
- Ristoro: Bar MyCoffee - Livigno (SO)   GPS     
- Cena: Bar Pizzeria La Pernice - Livigno (SO)   GPS 
- Pernottamento: B&B al Chestelèt - Trepalle (SO)   GPS     


______________________________________


12 luglio

La sveglia suona di prima mattina. Tutti puntuali ci troviamo al bar per la colazione.
Il programma prevederebbe il passaggio dal Passo del Foscagno, quindi Bormio e lo Stelvio ma a causa di una manifestazione ciclistica sul re dei passi alpini, il transito è interdetto ai mezzi a motore, pertanto rientriamo da Tirano.
Prepariamo le moto ma prima di ripartire, una veloce visita al meccanico del paese a causa di un piccolo problema avuto da uno di noi; 


una volta risolto tutto si parte verso Tirano dove abbiamo un appuntamento con due altri nostri amici. Mi fermo un attimo per immortalare il cartello del Passo Eira.


Ripassando da Livigno, ci dirigiamo verso la Forcola, e scendendo rientriamo in territorio elvetico dalla dogana di La Motta. Proseguiamo e poco dopo l'abitato di Brusio, sulla nostra sinistra si staglia il suggestivo tornante ferroviario su ponte ad arcate.



Rientrati in terra italiana arriviamo a Tirano e posteggiamo sul piazzale di Viale Italia dove poco dopo arrivano gli altri nostri amici. 


Dopo i rituali saluti, colazione in un bar pasticceria vicino e si risale la Valtellina fino a Mazzo di Valtellina, quindi la ripida salita del Passo del Mortirolo.



Discendiamo dal lato bresciano ed al bivio di Monno decidiamo di rientrare verso casa al contrario degli altri che proseguiranno per il Gavia e proveranno a salire comunque sullo Stelvio. Salutiamo la compagnia e rientriamo verso casa.


A Ceto, in piena Val Camonica, ci fermiamo per il pranzo.


Ripartiti dopo il pranzo arriviamo al lago di Iseo e rimanendo sul lato occidentale, costeggiamo anche il lago di Endine ed in breve arriviamo nella zona di Bergamo da dove entriamo in autostrada per l'ultimo tratto.

Mappa 2° giorno


- Tragitto: Km. 239

- Valichi:  Passo Eira                                   mt.  2.208 (SO)           GPS
               Forcola di Livigno                 mt.  2.315 (SO - CH)   GPS
               Passo del Mortirolo               mt.  1.852  (SO - BS)   GPS

- Ristoro: Ristorante Pizzeria Lambich - Ceto (BS)   GPS

______________________________________


Mappa totale Km. 545

Weekend transitando su alcuni dei più alti passi alpini. Il tempo fortunatamente non ha dato grossi problemi.

Nessun commento:

Posta un commento