Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

domenica 21 giugno 2009

21 giugno 2009 Crott del Pepott e Valsassina




Scopo della gita: ... abbuffarsi al Crott del Pepott per rientrare poi dalla Valsassina.
Partenza in tarda mattinata per arrivare al Crott direttamente a ora di pranzo. Tangenziale Est fino a Carnate dove incrociamo la Strada statale 342 Briantea per Lecco.
A Lecco teniamo il lungolago fino a Varenna da dove inizia la salita; fatti pochi tornanti prendiamo la strada per il castello di Vezio e poco dopo una piccola zona industriale, passato il torrente Esino posteggiamo le moto.
Scendiamo le scale in pietra e, incastonato nella roccia erosa dal torrente c'è il "crotto". Due edifici adibiti a cucina e dispensa, i tavoli in pietra disposti sulle piattaforme naturali che danno direttamente sul torrente, il tutto all'ombra di alti alberi.
Il menù è sempre basato su antipasti di salumi, salamelle e costine alla griglia, polenta, formaggi; Il servizio molto spartano.





Finito il pranzo pantagruelico, nel primo pomeriggio ci prepariamo nuovamente per completare il breve giro organizzato.
Una volta pronti, ritorniamo verso Varenna dopo poche centinaia di metri incrociamo la strada che ci porta in Valsassina. 
Risaliamo fino al Passo Agueglio su un asfalto che non è proprio dei migliori visti fino ad ora.






Al termine della discesa siamo in Valsassina: ci dirigiamo verso Lecco e poco dopo Pasturo superiamo il Colle di Balisio ed a Ballabio scendiamo a Lecco quindi salutiamo gli amici lecchesi e bergamaschi e torniamo a Milano nuovamente per la statale.
L'appuntamento era per lo più gastronomico ma quel pugno di chilometri fatti in moto ha fatto da giusto corollario.



- Tragitto: Km. 189

- Valichi:  Passo Agueglio    mt.  1.173 (LC)   GPS
               Colle di Balisio   mt.     723 (LC)   GPS

- Ristoro: Crott del Pepott - Perledo (LC)  GPS

Nessun commento:

Posta un commento