Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo. - Lao Tzu ...se poi è un passo alpino, meglio! - Pao

sabato 16 agosto 2008

16 agosto 2008 San Bernardino e Spluga.




Gita post-ferragostiana. Gli amici sono in ferie, il tempo è favorevole per cui io e Flo di buon'ora partiamo per un tour in Svizzera oltrepassando due dei più bei passi alpini: San Bernardino e Spluga.
Prima Tangenziale Est poi Tangenziale Nord fino ad immetterci sulla Strada Statale 35 dei Giovi fino a Como, sconfiniamo a Ponte Chiasso ed entriamo in territorio elvetico.
Facendo sempre la massima attenzione ai limiti di velocità svizzeri, proseguiamo fino a Lugano e da li saliamo lievemente fino al Monte Ceneri.



La strada è a doppio senso di marcia, l'asfalto "ovviamente" in ottimo stato; un paio di ampi "tornantoni" e arriviamo a Cadenazzo.
Voltiamo verso Bellinzona che incontriamo dopo pochi chilometri; superata la città teniamo la destra e ci portiamo sulla Strada Cantonale 13 che scorre in Val Mesolcina.





Dalle foto sopra postate si può ammirare la bellezza dei luoghi e, forse per la data, la mancanza di traffico.
Arrivati a Pian San Giacomo, ci fermiamo per una breve sosta proprio di fianco all'autostrada che da quel tratto costeggia in parte la cantonale.



La strada, da qui in poi comincia ad avere pendenze importanti; anche la vegetazione si fa più rada selvaggia e la vista comincia a spaziare sempre più lontano.



Superiamo l'abitato di San Bernardino e poco prima del passo incontriamo una serie di tornanti particolarmente stretti e delle strane costruzioni che parrebbero altane militari.


Il passo del San Bernardino è un vasto pianoro, dove sorge il laghetto Moesola e dove, alla fine di esso, si trova l'ospizio in prossimità dei cartelli in pietra tipicamente svizzeri che segnalano il valico, già affollato di motociclisti ed automobilisti.




Una pausa soprattutto per ammirare la straordinaria bellezza del luogo, un caffè e riprendiamo la strada e dopo alcuni tratti abbastanza rettilinei, inframmezzati da qualche tornante, scendiamo nella zona dell' Hinterrhein; una serie di tornanti stretti, attraversiamo il fiume e la strada si fa pianeggiante ed in alcuni tratti molto stretta. 
Costeggiamo per lunghi tratti l'autostrada facendo moltissima attenzione a non imboccare gli ingressi nella stessa ed a Splügen entriamo in paese, superiamo sul ponte l'autostrada e risaliamo verso il Passo dello Spluga.
Dopo i primi tornanti abbastanza ripidi la strada diventa rettilinea con poca pendenza:




poi si comincia a fare sul serio:


ed eccoci infine in cima al passo.


Rispetto al San Bernardino, lo Spluga è un vero e proprio valico di confine, molto brullo  e con la caserma della finanza come unica costruzione presente.
E' ora di pranzo per cui ripartiamo quasi subito; qualche tornante ed in breve siamo a Montespluga con il suo lago.


Riusciamo con fatica a trovare posto al ristorante, gli avventori, specie motociclisti sono parecchi: il pranzo è culminato con una coppetta di mirtilli selvatici davvero squisiti!
Il tempo di rilassarci un attimo al sole, qualche foto nuovamente in moto per il ritorno.







Poco sotto la diga assistiamo ad una divertente scenetta: un cavallo che sbarra la strada ad alcune autovetture.


Scendiamo attraverso la Valle Spluga ed al bivio per Madesimo proseguiamo sulla vecchia Strada Statale 36 dello Spluga; incontriamo un paio di tornanti in tunnel artificiale veramente impegnativi, terminati i quali la strada si fa meno tortuosa; attraversiamo Campodolcino ed eccoci a Chiavenna. 
Ormai le difficoltà (e anche i bei paesaggi montani) sono terminati.
Arrivati a Colico, costeggiamo il Lario fino a Lecco da dove imbocchiamo la vecchia statale 36 che ci porta verso la Brianza e la Tangenziale Est.
Stanchi ma entusiasti della bella giornata passata sulle alte vette alpine.



- Tragitto: Km. 353

- Valichi:  Monte Ceneri             mt.     554 (CH)          GPS
               Passo San Bernardino  mt.  2.065 (CH)          GPS
               Passo Spluga              mt.  2.114 (CH - SO)   GPS

- Ristoro: Hotel Vittoria - Montespluga (SO)  GPS

Nessun commento:

Posta un commento